Città della birra: ogni stile ha la sua casa

Esistono città e città della birra. La differenza è che le ultime hanno dato i natali a questo o quello stile birrario.

Avete mai sentito parlare di città della birra? Non ci riferiamo all’ennesimo riconoscimento cittadino per meriti brassicoli. Ci riferiamo piuttosto a quelle città il cui nome è indissolubilmente legato a quello degli stili birrari. O che comunque ne hanno dato i natali. Ne esistono tante, sparse in tutto il mondo. Visitarle non è solo un piacere turistico ma anche un dovere didattico: gli stili più tradizionali li trovate solo nella città d’origine e da nessun’altra parte. Sono tuttavia pochi esemplari, la maggior parte dei quali concentrati in Germania. Per fortuna – o purtroppo – in tutti gli altri casi la birra ha raggiunto un livello di emancipazione tale da essere facilmente reperibile in tutto il mondo.

La Germania è la patria delle città della birra.

I crucchi si sono da sempre contraddistinti per la loro rigida tradizione brassicola – avete mai sentito parlare di Reinheitsgebot? La maggior parte degli stili birrari tedeschi hanno una propria città della birra. Bamberga è patria delle Rauchbier, birre prodotte con malti affumicati per i quali la città è famosa. Berlino non solo è la capitale ma è anche l’unica città in cui possono essere (legittimamente) prodotte le acide e colorate Berliner Weisse. Oggi queste birre hanno perso un po’ del loro fascino folkloristico, vittime delle influenze turistiche.

Basta così? Niente affatto: la lista è ancora lunga.

Colonia è la patria delle Kölsch. Qui il concetto di città della birra raggiunge addirittura il livello superiore: esiste un disciplinare di produzione che vieta l’utilizzo di questo termine per indicare la birra prodotta al di fuori della città. E quali sono le antagoniste delle Kölsch di Colonia? Le Altbier di Düsseldorf. Così come è evidente il collegamento tra le Dortmund e le Export, da alcuni chiamate Dortmunder. Non dimentichiamoci le Märzen/Oktoberfestenbier, legate alla  tradizionale festa di Ottobre della città di Monaco di Baviera. Infine, sebbene col beneficio del dubbio, lo stile delle Bock (birra Doppelbock compresa) può essere ricondotto alla cittadina di Einbeck. Oggi l’associazione territoriale è meno evidente: il caprone (bock in tedesco) ha preso il suo posto.

Dalla Germania al Belgio.

Il Belgio è un’altra nazione dalal lunghissima tradizione birraria. Ne consegue che anche qui esistono diverse città della birra, sebbene in numero inferiore rispetto alla Germania. Vi abbiamo già raccontato in passato la storia delle bière Blanche/Witbier, originarie di Hoegaarden, e del loro padre, Pierre Celis. Meno comuni sono le Oud Bruin di Oudenaarde. C’è poi il Lambic ma questo è un caso a parte. Quando si ha a che fare col Lambic, infatti, è sbagliato parlare di una vera e propria città della birra. Bisognerebbe piuttosto fare riferimento a un’intera regione: il Pajottenland.

In Inghilterra le città della birra conservano solo le radici.

Dando uno sguardo alla storia birraria inglese è possibile individuare alcune città della birra. A differenza delle due precedenti nazioni, tuttavia, gli stili birrari in questione sono ormai di dominio mondiale. Pertanto raggiungere queste località per apprezzarne gli stili vale tanto e non quanto. La capitale, Londra, è stata per secoli considerata la città per eccellenza delle Porter. C’è poi Burton-upon-Trent, ancora oggi considerata la casa natia delle Bitter. Infine, seppur meno famosa delle precedenti, Newcastle-upon-Tyne ha in qualche modo a che fare con la nascita delle Strong Brown Ale.

E poi il resto del mondo.

Le Vienna Lager sono nate nell’omonima capitale austriaca. A Pilsener (Repubblica Ceca) c’è la crème de la crème delle Pilsner, mentre nella lontana città di San Francisco trovano casa le California Common, diversamente chiamate Steam Beer.

Dal nome della località a quello dello stile: le città della birra custodiscono tradizioni, usi e costumi che si trasformano in colori, aromi e sapori tutti da bere.

Sapevate che esistono così tante città della birra sparse per il mondo? quali di queste avete già visitato?


No Replies to "Città della birra: ogni stile ha la sua casa"


    Got something to say?

    Some html is OK

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.