Abbinamenti whisky cibo: frontiere da esplorare

Abbinamenti whisky cibo? Ecco come aprire le porte del paradiso gastronomico.

Il whisky è una bevanda che si presta incredibilmente bene a numerosi abbinamenti. Che si tratti di consumarlo a mo’ di cocktail, oppure col cibo, il risultato non cambia: il piacere è dietro l’angolo. Per non parlare dei sigari, uno degli abbinamenti col whisky più invitanti per alimentare l’ego e la vanità. Ma a noi l’abbinamento che stuzzica maggiormente è un altro ed è ovviamente quello col cibo. Avevamo già anticipato qualcosa circa le numerose potenzialità di un buon dram in abbinamento a numerosi ingredienti. E’ giunto il momento di approfondire il discorso. Siete pronti a rendervi colpevoli di un nuovo peccato di gola? sì? Bene, anche noi. Andiamo!

Abbinamenti whisky cibo: enormi potenzialità ma bisogna fare attenzione.

Bevanda estremamente forte e complessa, l’opinione generale è che il whisky non sia adatto al consumo col cibo. L’elevato contenuto di alcol rischia di produrre un effetto anestetizzante, cancellando qualsiasi sensazione gustativa da parte di lingua e palato. Ma facendo attenzione l’abbinamento non solo è possibile ma persino vincente. Il primo dettaglio da considerare – ed è qui che entra in gioco la nostra conoscenza del whisky – è la botte in cui lo stesso è stato maturato. parlando di whisky si dice che “barrel is the king” per sottolineare che il 70% del suo profilo è impartito dalla botte che lo ha ospitato. Basta fare 2+2 per capire che conoscendo la botte si possono desumere le caratteristiche organolettiche del whisky. A questo punto basta trovare un abbinamento gastronomico adatto, giocando sulle affinità o sui contrasti.

Insomma anche il whisky ha un punto debole: la botte.

Facciamo qualche esempio. Le botti di Sherry impartiscono note di frutta secca, spezie e legno che ben si sposano coi dolci biscottati. Se invece parliamo di Bourbon americano allora le regole del gioco cambiano. Il whiskey made in USA avrà generalmente note dolci, burrose, di vaniglia e cocco, che gradiranno in particolar modo molluschi, creme e frutta esotica. Molto interessanti le potenzialità nascoste nei whisky torbati, la cui ostilità dell’affumicatura ha fatto mollare la spugna a molti. Eppure le note torbate sembrano fatte apposta per salmone affumicato, carne speziata e formaggi stagionati. Dulcis in fundo, giusto per rendere l’idea di quanto infinito e gratificante possa essere l’universo degli abbinamenti whisky cibo, consigliamo il pluridecantato abbinamento tra whisky e ostriche. Qualcosa di estremamente impegnativo, sia per le papille che per il portafogli, ma che promette di regalare un vero Nirvana gastronomico.

Queste sono solo le basi degli abbinamenti whisky cibo. Un modo per prendersi di coraggio, cancellando la paralizzante paura di sprecare il vostro malto preferito. Ma da qui in poi è tutta giungla inesplorata.

Cosa ne pensate degli abbinamenti whisky cibo? avete già provato qualcuno di quelli consigliati? cos’altro ci suggerite?

Crediti: tastival


No Replies to "Abbinamenti whisky cibo: frontiere da esplorare"


    Got something to say?

    Some html is OK

    Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.